Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


RAP Forum

RAP Shop
Info
Contacts
Forum
Collaboratori di RAP
English Articles
Siti Amici
Wabikusa
Schede Piante
Articoli Tecnici
Tecniche Riproduzione
Foto Piante
Alghe
RAP Algae
Coltivazione Emersa
Allestimenti
Layout & Manutenzione
Illuminazione
Allevamento Caridine
YouTube Channel
Le News

Share on Facebook

Aquaproject

by Diego Marinelli

HARDSCAPEEdit-1Editweb600

Premessa

Insieme alle piante acquatiche ed al substrato, i legni e le rocce rappresentano gli elementi indispensabili per la realizzazione dell'Aquascape. Indispensabili perchè vanno a formare la struttura o meglio l'hardscape (layout prima della piantumazione) e tracciare le linee base della composizione che quasi sempre caratterizzerà il nostro risultato finale. In alcuni casi anche un solo arredo può assumere un importanza tale da garantire un enorme valore estetico alla composizione ed all'acquario intero. Mi riferisco ad esempio all'Iwagumi, composizione di sole rocce che prende inizio dalla disposizione di una roccia principale, la Main Stone, che oltre ad essere quella di maggiori dimensioni è scelta in base a criteri che vanno oltre l'estetica come la spiritualità e flusso di energia emanato.

 MG 3771web1000

Esempi

Un altro esempio può essere quello del layout rappresentato nella foto successive in cui il legno, particolarmente affascinante per la sua somiglianza ad un albero spaccato da un fulmine, è stato messo in evidenza nel primo piano e rappresenta il punto focale della composizione, caratterizzando e personalizzando in modo univoco il lavoro. Questi sono casi un po particolari e si verificano solo quando si hanno a disposizione dei materiali dalle caratteristiche davvero importanti.

09122012- MG 3141

 MG 3524-Edit650web

Indicazioni importanti

La maggior parte delle volte l'Aquascaper progetta un layout e successivamente si dedica alla scelta dei materiali da impiegare nella sua realizzazione. In base a queste brevi considerazioni si intuisce l'importanza estetica che gli arredi assumono nella realizzazione di un acquario naturale. Risulta quindi essenziale non compiere scelte affrettate ma effettuarle con i giusti criteri osservando attentamente gli arredi da utilizzare valutandone le caratteristiche a seconda del disegno del layout prescelto:

- La dimensione: scegliere i legni o le rocce delle giuste dimensioni capaci di dare al layout le perfette proporzioni non è sempre facile, si deve tener conto di diverse cose tra cui la possibilità che le piante acquatiche nel tempo possano prendere il soppravvento andando a coprire tutti gli arredi con la conseguenza che il disegno iniziale non sarà più visibile. Secondo il mio parere un bravo Aquascaper deve riuscire a prevedere fin dall'inizio lo sviluppo della vegetazione tenendone conto già in fase di allestimento e disporre quindi gli elementi principali in modo da caratterizzare il layout anche dopo un anno quando le piante acquatiche avranno raggiunto il loro massimo sviluppo (in tal senso è davvero importante conoscere bene la morfologia delle specie vegetali utilizzate e le tecniche di conduzione per ottenere piante più basse, più colorate, realizzare gruppi compatti, etc. -ndr-).

29012010- MG 2256

Un layout inquadrato nella stessa posizione dopo un anno (questo per far capire come le piante nel tempo possono coprire molti arredi che all'inizio erano visibili).

QEQW-1web800

- La forma: se si dispone di un progetto preciso la forma dei materiali dovrà contribuire alla sua realizzazione e quindi si sceglieranno rocce dalla forma allungata se dovranno essere disposte verticalmente per metterne in evidenza le parti superiori, con le parti inferiori coperte dalla vegetazione; oppure si sceglieranno forme più tozze se le rocce dovranno essere posizionate sul substrato a formare una base su cui appoggiare legni o piante. Nella scelta di legni e radici è sempre consigliabile evitare pezzi con curve nette a spigolo e preferire quelli con forme sinuose e curve morbide perchè esteticamente donano sempre eleganza alla composizione. Così come sono da preferire i legni che terminano con una punta, e non quelli con antiestetici tagli troppo netti dovuti ai colpi d'ascia necessari per dividerli nel momento della raccolta (in questo caso è possibile lavorare queste parti per renderle più naturali utilizzando frese o trapani elettrici con l'ausilio anche di carta abrasiva, raspe e accessori vari).

05032013- MG 5411

- La texture: è l'attributo forse più importante per determinare la bellezza di una roccia o di un legno e per donare naturalezza al layout. Non dimentichiamoci che stiamo per allestire un acquario naturale, una riproduzione di una scena naturale, e quindi tutti gli elementi devono essere scelti in base alla loro capacità di esprimere un senso di naturalezza.

05032013- MG 5366

Per il raggiungimento di questo scopo le venature delle radici e le incavature delle rocce sono davvero fondamentali e sono un parametro da tenere in forte considerazione anche in fase di allestimento. Si deve fare in modo che le parti più belle degli arredi scelti restino sempre visibili, evitare di disporli in zone d'ombra ed evitare che le piante vadano a coprirli. Tra i materiali più belli disponibili in commercio voglio menzionare, tra le rocce, le ADA Dragon stone, le ADA Seiryu stone e le ADA Manten stone mentre tra i legni gli ADA Old black wood, gli ADA Horn wood ed i Redmoore wood.

 MG 4200650

05032013- MG 5381


TUTTO L'ARTICOLO IN OGNI SUA PARTE E' DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DI DIEGO MARINELLI E MASSIMO IANNELLA, TUTTI I DIRITTI RISERVATI - QUALSIASI USO PARZIALE O TOTALE DOVRA' ESSERE AUTORIZZATO