Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


RAP Forum


Wabikusa
Realizzazione
Wabikusa gallery
Tipologie
Acquari con Wabikusa
Wabikusa Low Tech
Wabikusa High Tech
Plastic Wabikusa
Wabikusa Stone
Wabikusa Room
GreenWood
Wabikusa NaQ2011

Share on Facebook

For english version click here please

I tipi di Wabikusa sviluppati dall'autore possono essere visti qui

16_08_2011_3_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

Acquario: Dennerle Cube 25x25x30cm circa 18lt
Illuminazione: 1xPL 11w Wave Solaris 8 ore/giorno
Filtraggio: pompa di movimento, lana Perlon
Substrato: ghiaino Dennerle, substrato dei Wabikusa
Fertilizzazione: Tropica plant nutrition, Tropica plant nutrition+
CO2: 1bolla/ogni 2 sec.
Conduzione: cambio acqua una volta a settimana del 40%
Arredi:
Specie vegetali:
Polygonum sp. 'Sao Paulo' 
Polygonum praetermissum

Lileaopsis brasiliensis

Eleocharis parvula

Eleocharis vivipara

Ludwigia glandulosa ‘Red’

Ludwigia glandulosa (ex L. perennis)

Ludwigia glandulosa ‘Green’

Marsilea hirsuta

Ranunculus inundatus

Proserpinaca palustris

Hydrocotyle sp. ‘Japan’

Hygrophila salicifolia ‘Red’

Bacopa monnieri

Specie animali:
Cantonensis sp. 'Crystal Red/Black'



Premessa dell'autore

Tempo fà ho pubblicato un articolo qui per documentare la mia esperienza sui Wabikusa per acquario, dalla costituzione del substrato alla piantumazione delle specie vegetali acquatiche. Successivamente ho effettuato delle prove per verificare la risposta in vasca allestendo un piccolo acquario dedicato utilizzando Wabikusa da me precostituiti al fine di realizzare una vasca senza uso di substrato fertile e senza piantumare le specie singolarmente come normalmente si fà. L'obiettivo è quello di dimostrare che utilizzando Wabikusa si possono ottenere acquari di buon livello senza avere necessariamente elevate competenze permettendo anche al neofita di avere un plantacquario da gestire.


I materiali utilizzati

Dopo attente e lunghe valutazioni sui Wabikusa che ho realizzato e scelto per questo lavoro, il giorno 12/05/2011 ho deciso finalmente di effettuare il primo allestimento in vasca utilizzando solo questi prodotti. Mirko Agasi ha contribuito nel giorno dell'allestimento attraverso il supporto con apparecchiature fotografiche.

L'acquario

La vasca Dennerle è un piccolo Cube di misure 25x25x30cm da circa 18lt lordi con vetro stondato sul fronte. Con la valutazione anche di Mirko Agasi abbiamo deciso di girare la vasca per porre il fronte dell'osservatore dalla parte del vetro piatto e non da quella in cui è stondato perchè le fotografie potrebbero venire male causa la curvatura.

Illuminazione

La luce è fornita da una piccola plafoniera Wave Solaris a braccio contenente una PL da 11W: un'illuminazione bassa che permette una conduzione normale senza spingere troppo l'acquario. Il fotoperiodo è stato stabilito in 8 ore continuative fin dal primo giorno.

Il filtro

E' rappresentato da un pompetta di movimento senza alcun supporto per le colonie batteriche ma solo lana perlon. Ho utilizzato all'inizio un filtro Dennerle ma poi l'ho sostituito con una normale pompa con vano per materiale filtrante dal getto migliore. Anche qui non ho installato appositamente filtri per avere una colonizzazione batterica su cannolicchi ma dimostro che si può condurre una vasca anche con caridine sfruttando le superfici fogliari e il substrato per ospitare i batteri decompositori.

Il substrato

Ho utilizzato solo ghiaino Dennerle di granulometria ridottissima e di un bel colore marrone per simulare un fondo organico. In questo allestimento non ho introdotto terricci fertilizzati in modo da evidenziare le caratterstiche e l'efficienza dei kokedama e permettere la realizzazione di un bel plantacquario con una spesa molto bassa. Il ghiaino viene posto tra i kokedama in modo da riempire gli spazi che si creano nell'accostamento degli stessi per formare un layout più naturale.

La fertilizzazione

Ho somministrato il fertilizzante Tropica nutrition dal giorno 26/05/2011 in dose di 1ml solo per una settimana per poi passare al Tropica nutrition plus, sempre una volta settimana, dopo il cambio d'acqua in dosaggi pari a 2-3ml.


La procedura passo passo della realizzazione - giorno 12/05/2011

12_05_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_2_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_3_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_4_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_5_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_6_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_7_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_8_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_9_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_10_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_11_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_12_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_13_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_14_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_15_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_16_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_17_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12_05_2011_18_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo


07/09/2011 

La vasca è stata smantellata per dar posto ad un nuovo allestimento. I Wabikusa estratti dopo circa 3 mesi di coltivazione presentano ancora i substrati compatti di forma sferica, segno che il composto non si sfalda in acqua in alcun modo. A questo punto si conclude la prova che ha fornito un importante risultato dimostrando senza dubbio la validità dei Wabikusa.

07_09_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

07_09_2011_2_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

07_09_2011_3_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

07_09_2011_4_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

07_09_2011_5_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

07_09_2011_6_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

07_09_2011_7_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

16/08/2011

A distanza di due settimane le piante nuove si sono ambientate e presentano buona crescita.

16_08_2011_3_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

04/08/2011

In questa data ho aggiunto 3 Wabikusa mix con le nuove specie che ho elencato all'inizio dell'articolo. Ho leggermente modificato il layout spostando anche gli stoloni delle specie che stavano formando il pratino. Nelle due settimane successive ho effettuato cambi d'acqua del 70% ogni 4-5gg in modo da eliminare il color ambra dell'acqua dovuto al rilascio temporaneo di acidi umici dai nuovi Wabikusa. La conduzione è rimasta identica.

04_08_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

03/07/2011

Le piante sono in ottima forma e crescono visivamente, procedo con cambi d'acqua settimanali pari al 40% del totale con acqua RO e di rubinetto (30%+10%) e fertilizzazione con Tropica plant nutrition plus in dosaggi di 2-3ml a settimana. Eleocharis parvula, che fino a questo momento non aveva mostrato segnali di crescita, adesso sta emettendo nuovi stoloni (si vedono nella seconda foto estrema sinistra in mezzo al muschio). Dal primo giorno ad oggi non è stato osservato alcun sviluppo algale.

03_07_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
03_07_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

27/06/2011

La piccola vasca ormai si è stabilizzata, le piante crescono regolarmente, dal primo giorno ad oggi non è stato osservato alcun sviluppo algale. Presto sarà necessaria un'altra potatura perchè molti steli sono a pelo d'acqua.

Particolare della Proserpinaca palustris
27_06_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
27_06_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

12/06/2011

Il giorno 08/06/2011 ho effettuato test valori con fotometro: NO3 2.9ppm/PO4 0.54ppm/Fe 0.14ppm. La fertilizzazione con Tropica Nutrition Plant Plus ha sensibilmente alzato i valori di N e P compreso Fe. Si notano lievi carenze di Ferro sulle foglie della M. hirsuta.
12_06_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

04/06/2011

Marsilea hirsuta sta producendo vari stoloni che si estendono oltre i kokedama invadendo anche il substrato inerte di quarzo. Come si nota nella seconda foto un kokedama sembra si sia alzato ma in realtà sono le caridine che quotidianamente spostano il substrato inerte per dell'incessante lavoro di ricerca cibo che effettuano in quelle zone.
04_06_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
04_06_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
04_06_2011_2_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

24/05/2011

A distanza di soli 12 giorni dall'allestimento ho dovuto procedere con la prima potatura in modo da definire maggiormente il layout e permettere una ramificazione secondaria. Gli abbondanti steli ottenuti li ho buttati senza ripiantarli in modo da far sviluppare solo le piante presenti nei Wabikusa. E' evidente che c'è stata un'abbondante crescita senza aggiungere nessun elemento: da questo momento in poi (esattamente dal giorno 25/05/2011) si inizierà a fertilizzare nelle dosi indicate precedentemente. Ho inserito una decina di Crystal Red/Black.
24_05_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
24_05_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
24_05_2011_2_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
24_05_2011_3_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
24_05_2011_4_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

23/05/2011

Tutte le piante crescono in maniera ottimale ma è necessaria una fertilizzazione in modo da scongiurare preventivamente carenze minerali sulle specie più esigenti. Marsilea hirsuta, in basso a destra, produce stoloni con nuove foglie adattate alla vita sommersa molto più piccole e completamente diverse da quelle in emersione (che ancora si vedono ma ben presto marciranno).
23_05_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo
23_05_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

19/05/2011

19_05_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

18/05/2011

Aggiunta CO2 in concentrazione di circa 10-15ppm. La crescita e colorazione delle piante sono evidenti nonostante un'illuminazione così bassa. Effettuati test dei valori con fotometro: NO3 7.7ppm/PO4 0.7ppm/Fe 0.04ppm/ GH 3/KH 3/pH 7.00. Dopo sei giorni dall'allestimento le concentrazioni degli elementi e i valori dell'acqua sono ottimali segno che i Wabikusa non rilasciano nutrienti appetibili per le alghe che in questa fase potrebbero apparire facilmente. In basso si nota uno stolone di Ranunculus inundauts che inizia ad estendersi verso il diffusore di CO2; anche gli apici del Polygonum praetermissum sono diventati color arancio.

18_05_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

18_05_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

16/05/2011

Si iniziano a notare segnali di adattamento delle piante che crescono visivamente, alcuni steli di Ludwigia glandulosa 'Red' iniziano a diventare rossicci.

16_05_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

16_05_2011_1_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

16_05_2011_2_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

16_05_2011_3_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo

14/05/2011

Dopo due giorni dall'allestimento le piante rispondono adeguatamente, l'acqua è leggermente ambrata per il rilascio di tannini e sostanze umiche dal substrato dei Wabikusa. Introdotta una fiala di Bacterya èquo.

14_05_2011_kokedama_allestimento_acquario_iannella_massimo


TUTTO L'ARTICOLO IN OGNI SUA PARTE E' DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DI MASSIMO IANNELLA, TUTTI I DIRITTI RISERVATI - QUALSIASI USO PARZIALE O TOTALE DOVRA' ESSERE AUTORIZZATO